COVID19: LE NOTIZIE DI GIOVEDÌ 9 APRILE

COVID19: LE NOTIZIE DI GIOVEDÌ 9 APRILE

🗓 LE NOTIZIE DI GIOVEDÌ 9 APRILE

– a cura di Eugenio Patanè e staff

🇮🇹 COVID-19 IN ITALIA: I NUMERI
(Fonte: Protezione Civile nazionale)

Guariti: 28.470
Positivi: 96.877
Ricoverati: 28.399
In terapia intensiva: 3.605
Decessi: 18.289

🦠 COVID-19 NEL LAZIO: LE ULTIME

📉 I numeri nel Lazio
(Fonte: Regione Lazio)

Guariti: 644
Positivi: 3532
Ricoverati: 1244
In terapia intensiva: 198
Deceduti: 253

📊 Oggi 163 casi positivi, 70 guariti, 9 decessi
Oggi nel Lazio si registra un dato di 163 casi di positività: trend in leggera salita al 3,8% e continua l’inversione di tendenza, circa 2 mila in più, tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (14.748) e coloro che sono entrati in sorveglianza (12.6184). Il dato di oggi è in parte dovuto a dei ritardi di notifica nella Asl Roma 6, ma deve essere un monito affinché nessuno abbassi la guardia. Record di guariti, che in sole 24h salgono di 70 unità arrivando a 644 totali, mentre i decessi sono stati 9.

📈 La situazione nelle Asl
Asl Roma 1 – 13 nuovi casi positivi. 3 guariti. 1625 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 2 – 19 nuovi casi positivi. 8 guariti. 15 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 3- 14 nuovi casi positivi. 6 guariti. 1774 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 4 – 14 nuovi casi positivi. 5 guariti. 1913 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 5 – 25 nuovi casi positivi. 9 guariti. Un decesso. 2080 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 6 – 43 nuovi casi positivi. 4 decessi. 3 guariti. 90 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Latina – 10 nuovi casi positivi. 5 guariti. 4454 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Frosinone – 5 nuovi casi positivi. 2 guariti. 322 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Viterbo – 12 nuovi casi positivi. 10 guariti. 2385 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Rieti – 8 nuovi casi positivi. Un decesso. 2 guariti. 90 persone uscite dall’isolamento domiciliare.

🏠 43 milioni per bonus affitti
La Regione Lazio stanzia 43 milioni complessivi a sostegno degli affitti.

– 21 milioni di euro sono destinati a famiglie e cittadini con reddito Isee fino a 14.000 euro. Semplificata le procedure di erogazione delle risorse e prorogato il bando, che scadeva ad aprile, al 31 dicembre;
– 22 milioni di euro per tutti gli inquilini che hanno subito una contrazione di almeno il 30% del reddito del nucleo familiare nel periodo dal 23 febbraio al 31 maggio 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, purché tale reddito non superi i 7 mila euro trimestrali. Il bonus affitto copre tre mensilità al 40% del canone di locazione.
Per presentare la domanda vai su www.regionelazio.it/bonusaffitti

💰 10 mila euro a imprese e Partite IVA
È online domani sul sito www.farelazio.it, il bando riservato a imprese e partite iva per contributi fino a 10 mila euro. Procedure semplici, per un aiuto concreto e immediato ad aziende e cittadini.

🚫 Chiusura negozi Pasqua e Pasquetta
La Regione ha stabilito la chiusura dei negozi alimentari, dagli ipermercati ai piccoli esercizi per Pasqua e Pasquetta. Il provvedimento, frutto anche del contributo dei sindaci in una riunione con l’Anci Lazio, dispone la chiusura degli esercizi commerciali, di qualsiasi dimensione, per la vendita di generi alimentari, compresi quelli all’interno dei centri commerciali, nei giorni di domenica 12 e lunedì 13 aprile.

Mentre Raggi straparla, Zingaretti risolve emergenza rifiuti a Roma

Mentre Raggi straparla, Zingaretti risolve emergenza rifiuti a Roma

Mentre la Sindaca Raggi straparla, il Presidente Zingaretti aiuta la Capitale a risolvere l’emergenza rifiuti con un’ordinanza che dispone a tutto il sistema impiantistico del Lazio di garantire la massima operatività autorizzata per accogliere i rifiuti prodotti dalla città di Roma.

Grazie all’ordinanza del Presidente Zingaretti la Regione, con grande senso istituzionale, risponde all’appello del Ministro Costa e si fa carico dei problemi di Roma mettendo a disposizione tutti gli impianti di trattamento dei rifiuti del Lazio, imponendo tra l’altro ad Ama una forte accelerazione su raccolta, pulizia e stazioni di trasferenza. In questa maniera l’amministrazione regionale si sostituisce a Roma Capitale, inefficiente e immobile come sempre, scongiura lo spettro dell’emergenza sanitaria ed evita un altro duro colpo all’immagine della città eterna, che rischiava di trasformarsi in un’autentica discarica a cielo aperto.  

Tutto ciò mentre la Raggi continua a raccontare falsità per attaccare l’Amministrazione regionale e non riesce ad individuare di meglio che un’area di trasbordo per i rifiuti a Saxa Rubra, nonostante il voto unanime e contrario del XV Municipio perché andrebbe a creare gravi disagi alla mobilità su via Flaminia e nei pressi del nodo di scambio della vicina stazione. Sull’emergenza rifiuti emerge dunque, ancora una volta, in maniera evidente la distanza abissale tra l’amministrazione del fare di Zingaretti e quella delle fake news della Raggi.

Patané: “Fosso della Cecchignola sarà Monumento naturale”

Patané: “Fosso della Cecchignola sarà Monumento naturale”

“Oggi, col parere positivo della Commissione Ambiente al Decreto del Presidente della Regione Lazio, è arrivato finalmente a conclusione l’iter per l’istituzione del Monumento naturale Fosso della Cecchignola. Un provvedimento atteso da tempo e per cui mi sono impegnato fin dal 2006. Ringrazio tutte le associazioni territoriali coinvolte, che hanno dato un importante contributo in questi anni, e i consiglieri dell’attuale e della passata legislatura che hanno lavorato per portare a termine questo importante provvedimento”.

“Il Fosso della Cecchignola come Monumento naturale rappresenterà un autentico corridoio ecologico tra Appia Antica e sistema di Roma Natura di Laurentina, a beneficio della città di Roma e della Regione Lazio: si tratta infatti di 100 ettari di terreno che saranno preservati, tutelati e promossi dal punto di vista floro-faunistico. L’istituzione del Monumento naturale è in linea con il contributo ambientalista che il Pd, con in testa il Segretario Zingaretti e il Presidente Gentiloni, vuole dare all’agenda politica del Paese e all’attività amministrativa”.

Regionali: Patanè (Pd), “Con Zingaretti per proseguire buon governo”

“Ieri la direzione regionale del Partito democratico ha votato le liste per le elezioni regionali e da oggi posso dire che sono ufficialmente candidato per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio”. Lo scrive sul suo profilo Facebook Eugenio Patanè, Consigliere regionale del Pd alla Pisana.

“Onorerò questa responsabilità – aggiunge Patané – come ho sempre fatto per dare il mio supporto a Nicola Zingaretti affinché questa esperienza di buon governo possa continuare e passare, dopo il risanamento, al secondo step: quella della visione. E per far crescere i consensi al Partito democratico che è stato in questi anni il vero motore del cambiamento. Il fulcro di ogni politica”.

“Abbiamo composto una lista forte, radicata, con donne e uomini capaci e competenti che si sono formati nell’amministrazione e che hanno alle spalle un partito vero. Non avventurieri senza idee e senza esperienza. La Regione e i nostri territori meritavano il rispetto di una lista forte e lo abbiamo fatto”, ha concluso Eugenio Patané, prima di dare appuntamento per l’inaugurazione della sua campagna elettorale venerdì 26 alle ore 18 con Nicola Zingaretti e Roberto Giachetti a Officine Farneto: “Parleremo di cose fatte e cose da fare. Cioè della #forzadelfare e della #rivoluzionegentile. Stay tuned!”.

Autostrade: Patanè (Pd): “Giunta Zingaretti mantiene promesse”

“L’accordo raggiunto oggi tra il Ministero delle Infratstrutture e dei Trasporti, la Regione Lazio, la Regione Abruzzo e l’Ente gestore delle autostrade, è l’ennesimo segnale di una giunta del fare, che mantiene le promesse ed è vicina agli interessi dei cittadini”: lo dichiara Eugenio Patanè, Consigliere regionale del Pd alla Pisana.

“Le misure contenute nell’accordo – aggiunge Patanè – vanno nella direzione giusta e vengono incontro alle esigenze dei tanti pendolari che, per ragioni di studio o di lavoro, hanno necessità di percorrere quotidianamente l’autostrada. Bene ha fatto il Presidente Zingaretti a mettersi a capo di un fronte comune dei sindaci, e delle altre istituzioni della zona, per difendere i diritti dei cittadini pendolari da quella che appariva come una profonda ingiustizia”.