Completato grande mosaico verde Roma Sud

Completato grande mosaico verde Roma Sud

Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato all’unanimità una proposta di legge, di cui sono primo firmatario, che prevede l‘ampliamento della riserva naturale Laurentino-Acqua Acetosa e va a completare di fatto il grande mosaico verde di Roma Sud.
La riserva naturale Laurentino-Acqua Acetosa è un’area di grande pregio che mette assieme elementi paesaggistici e naturalistici impreziositi dalla presenza di insediamenti antropici antichi, sottoposti a vincolo archeologico. L’ampliamento approvato oggi riguarda una porzione piuttosto significativa del quadrante meridionale della Capitale, con la riserva naturale che passa dagli attuali 152 a circa 250 ettari creando un vasto corridoio ecologico in grado di raccordare la Riserva di Decima Malafede, il parco regionale dell’Appia Antica ed il Monumento naturale del Fosso della Cecchignola: tutte aree su cui il Consiglio ha recentemente legiferato.
Con la legge approvata oggi – che porta a compimento un iter complesso e partecipato che ha visto il coinvolgimento di tutte le Istituzioni e gli enti interessati –  facciamo un altro importante passo avanti nel percorso, che in questi mesi abbiamo iniziato e su cui l’Amministrazione tutta si sta concentrando, a favore non solo della tutela ambientale, della biodiversità e del paesaggio del nostro territorio, ma anche e soprattutto a favore di un futuro realmente sostenibile. Si tratta di atti fondamentali che, oltre alla tutela della natura, creano il presupposto per una nuova economia green, fatta di agricoltura multifunzionale, aree umide, boschi, sugherete, insediamenti e attività antropiche. Nella consapevolezza di quanto tutto questo possa essere positivo per la tutela della biodiversità ma anche affinché  le aree protette diventino veramente il volano della nuova chiave di sviluppo economico ed ecologico.
Bene approvazione piano assetto Decima Malafede

Bene approvazione piano assetto Decima Malafede

Dopo un lungo iter, finalmente oggi in Aula abbiamo approvato il piano di assetto della Riserva di Decima Malafede, l’area naturale protetta più estesa all’interno del comune di Roma, con oltre 6.100 ettari.

È bene specificare che il provvedimento approvato è un piano di assetto, non una variante urbanistica, e non possono essere sanate zone che necessitano di specifiche decisioni del Comune. È stata concessa la deroga temporanea al campo rom di Castel Romano fino al 2022 per consentire la sistemazione del campo e per dare possibilità al Comune di Roma di trovare una soluzione per le persone che si trovano lì. Scongiurata la pretesa della destra, assurda e disumana, di non concedere la deroga e di impedire le manutenzioni all’interno del campo.

Su Decima Malafede siamo impegnati da anni, e abbiamo messo in campo in questa fase una notevole attività emendativa, per valorizzare nella giusta maniera un’area ad elevato interesse naturalistico, paesaggistico e storico-archeologico, tipicamente agricolo-forestale, con tratti naturalistici rilevanti quali, tra l’altro, la Sughereta, il bosco di Cerro, la Macchia di Capocotta e la Macchia Grande di Trigoria. Grazie alla Giunta e al Consiglio regionale del Lazio – conclude Patanè – oggi possiamo valorizzare le peculiarità della Riserva e favorire l’attività agricola, in particolare quella di tipo tradizionale e a basso impatto ambientale