Su bonus affitti disastro Raggi non vanifichi impegno Regione

Su bonus affitti disastro Raggi non vanifichi impegno Regione

La disastrosa amministrazione Raggi non vanifichi l’impegno della Regione e dell’Assessore Valeriani, che oggi hanno stanziato ulteriori 18 milioni per il sostegno agli affitti, continuando inspiegabilmente a ritardare l’erogazione dei bonus.

Il trasferimento diretto dei fondi regionali a Roma Capitale aveva come obiettivo proprio quello di abbreviare i tempi di assegnazione dei bonus agli inquilini che ne hanno diritto ma, come spesso accade, la buona amministrazione regionale deve fare i conti con l’inerzia e l’incapacità della Giunta capitolina: a fronte delle oltre 49.000 richieste pervenute al Campidoglio, infatti, sono soltanto poco più di 1000 le somme effettivamente erogate e circa 3000 le domande lavorate.

Sono ritardi insostenibili e ingiustificabili perché soprattutto in un momento storico come quello attuale, la priorità assoluta deve essere quella di garantire rapidamente agli inquilini che ne hanno diritto i sostegni necessari per affrontare la grave crisi economica.

 

Comune acceleri su opere Piano di zona Monte Stallonara

Comune acceleri su opere Piano di zona Monte Stallonara

Oggi in audizione in Commissione Lavori Pubblici, congiunta con la Commissione speciale sui piani di zona per l’edilizia economica e popolare nella Regione Lazio, sono stati ascoltati i rappresentanti dei consorzi e dei comitati di Monte Stallonara che, oltre a chiedere un migliore coordinamento tra istituzioni, hanno ribadito la necessità di una maggiore presenza dell’Amministrazione comunale. La richiesta, su cui Roma Capitale non può più prendere tempo, è soprattutto quella di accelerare per risolvere i problemi legati alla realizzazione delle opere pubbliche propedeutiche al completamento del piano di zona, in particolare la realizzazione delle vasche di laminazione atte a garantire la sicurezza idraulica degli alloggi.

Altra questione molto delicata emersa nel corso dell’audizione è quella dei carotaggi che la Procura di Roma ha chiesto al Comune di eseguire da oltre due anni. I rappresentanti dei consorzi e dei comitati auditi oggi alla Pisana hanno chiesto l’impegno del comune ad effettuare questi interventi, che si rendono sempre più urgenti per verificare lo stato del sottosuolo e in particolare l’eventuale presenza di rifiuti interrati.