Con legge su biodistretti nuovo modello sviluppo sostenibile

Con legge su biodistretti nuovo modello sviluppo sostenibile

Oggi in Consiglio regionale del Lazio abbiamo approvato la legge sulla promozione dei biodistretti, un tassello fondamentale per un nuovo modello di sviluppo rurale sostenibile e biologico, che dobbiamo sostenere e promuovere con convinzione.

Convinto dell’importanza strategica del tema che oggi abbiamo affrontato, sono soddisfatto per l’approvazione di tutti gli emendamenti che avevo proposto volti a coordinare la disciplina sui biodistretti con il piano agricolo regionale, che è lo strumento principale di programmazione in materia di agricoltura. Continua così il nostro lavoro volto a mettere al centro la parola sostenibilità.

La peculiarità del testo approvato oggi, la prima in Italia in materia, è quella di mettere in rete amministrazioni locali, produttori e consumatori al fine di promuovere un modello di sviluppo ecosostenibile. È una legge, dunque, volta a promuovere l’agricoltura biologica, a diffondere buone pratiche rurali, ambientali e sociali, tutelare i saperi locali, la biodiversità e sviluppare l’ecoturismo culturale e gastronomico, attraverso la diffusione di un modello partecipativo dal basso, attento allo sviluppo sostenibile e alle vocazioni dei territori. Ma

Sostegno a chi ama e lavora la Terra

Sostegno a chi ama e lavora la Terra

Nella campagna romana. Proseguiamo casa per casa a stretto contatto con persone che hanno fatto dell’agricoltura il proprio lavoro, coltivando terreni altrimenti abbandonati. Queste persone hanno bisogno di sostegno nelle loro battaglie per vedere riconosciuti i propri diritti e le proprie necessità, per questo è così importante per me l’adozione di un testo unico dell’agricoltura e la riforma della direzione regionale. È il modo di intendere #larivoluzionegentile