RIENTRA IN SERVIZIO IL TRAM 2

RIENTRA IN SERVIZIO IL TRAM 2

Oggi è una bella giornata per il Tpl romano perché, dopo oltre un anno di interruzione, il tram 2 è rientrato in funzione. Si tratta di una linea importante e strategica per la mobilità cittadina, un’autentica porta di accesso al centro perché si collega con la Metro A e con la Roma-Viterbo. La linea è stata ferma per oltre un anno per la sostituzione completa dei binari lungo il tracciato che collega piazzale Flaminio-Piazza del Popolo a piazza Mancini, percorrendo via Flaminia-viale Tiziano, viale Pinturicchio e via Masaccio, connettendo gli importanti nodi di scambio di Flaminio e Mancini e i poli culturali dell’Auditorium e del Maxxi.
La precedente Amministrazione aveva dichiarato che i lavori sarebbero stati ultimati nella primavera del 2022, ma siamo riusciti a concluderli con grande celerità il 27 novembre scorso e nel frattempo abbiamo anche dovuto risolvere il problema sulla linea tramviaria del Verano, dove si era aperta una voragine che impediva ai tram di arrivare a Piazzale Flaminio per prendere servizio. Purtroppo la situazione dei tram che abbiamo ereditato è disastrosa: su 77 mezzi ne sono operativi 22, proprio perché se l’armamento non è a norma il tram si rompe, deve essere mandato in manutenzione per poi tornare su una linea che non essendo manutenuta lo danneggia nuovamente.
Ci siamo attivati fin da subito per avviare tutti i processi di progettazione di tranvie e per utilizzare i finanziamenti a disposizione per avviare le manutenzioni, con l’obiettivo di garantire innovazione sulle linee, ma anche la sicurezza dei convogli e dei passeggeri. Va in questa direzione la delibera approvata giovedì scorso che dà il via libera ad uno stanziamento di quasi 20 milioni per interventi sugli armamenti tranviari. A queste risorse si aggiungono 8,5 milioni di euro già stanziati per chiudere i vecchi lotti di lavori e altri 37 milioni ottenuti dal Mims: in totale, dunque, abbiamo a disposizione 64 milioni di euro per intervenire sull’armamento e sul potenziamento della rete dei tram, con l’obiettivo di ridare alla città di Roma una qualità del ferro all’altezza di una moderna Capitale europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *