COVID-19: LE NOTIZIE DI DOMENICA 26 APRILE

COVID-19: LE NOTIZIE DI DOMENICA 26 APRILE

🗓 LE NOTIZIE DI DOMENICA 26 APRILE

– a cura di Eugenio Patanè e staff

🇮🇹 COVID-19 IN ITALIA: I NUMERI
(Fonte: Protezione Civile nazionale)

Guariti: 64.928
Positivi: 106.103
Ricoverati: 21.372
In terapia intensiva: 2.009
Decessi: 26.644

🦠 COVID-19 NEL LAZIO: LE ULTIME

📉 I numeri nel Lazio
(Fonte: Regione Lazio)

Guariti: 1.347
Positivi: 4.573
Ricoverati: 1.442
In terapia intensiva: 161
Deceduti: 389

📊 Oggi 85 casi positivi, 71 guariti, 2 decessi
Oggi nel Lazio si registra un dato di 85 casi di positività e prosegue un andamento stabilmente sotto i 100 casi e un trend al 1,5%.
Nella Asl Roma 1 prosegue l’attenzione sulla situazione dell’Ateneo Salesiano dove è in corso l’indagine epidemiologica. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (20.123) e coloro che sono entrati in sorveglianza (11.102) di circa 9 mila unità. Per quanto riguarda i guariti si registra uno dei maggiori incrementi con 71 unità nelle ultime 24h, arrivando ad un totale di 1.347, mentre si registrano 2 decessi.

📈 La situazione nelle Asl
Asl Roma 1 – 18 nuovi casi positivi. 24 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 2 – 19 nuovi casi positivi. 5 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 3 – 11 nuovi casi positivi. 22 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 4 – 1 nuovo caso positivo. 50 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl Roma 5 – 7 nuovi casi positivi. Continuano i controlli nelle RSA e case di riposo del territorio.
Asl Roma 6 – 22 nuovi casi positivi. 56 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Latina – 1 nuovo caso positivo. 274 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Frosinone – 3 nuovi casi positivi. 16 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Viterbo – 3 nuovi casi positivi. Un decesso. 42 persone uscite dall’isolamento domiciliare.
Asl di Rieti – 0 nuovi casi positivi. Un decesso. 4 persone uscite dall’isolamento domiciliare.

🏠 Affitti: da domani via a domande residenti Roma
Riportiamo dal sito di Roma Capitale: “A seguito di Delibera regionale n.176 del 9 aprile è stato stanziato un contributo straordinario all’affitto per l’anno 2020, al fine di far fronte alle difficoltà economiche determinate dalla pandemia in atto. È un contributo destinato a chi possiede alcuni requisiti già previsti dalla delibera regionale ed è valevole per il pagamento in misura non superiore al 40% di tre mensilità per l’anno 2020 dei canoni di locazione di alloggi, sia di proprietà pubblica che di proprietà privata.
La domanda potrà essere presentata ON LINE con un modello editabile, mediante un’identificazione semplificata, sul Portale di Roma Capitale e seguendo le istruzioni che verranno indicate nella giornata del 27 aprile 2020. Per coloro che sono impossibilitati a presentare la domanda ON LINE, è prevista la possibilità di inviare la domanda cartacea, a partire dal giorno 27 aprile 2020, utilizzando esclusivamente il modello predisposto da Roma Capitale e messo a disposizione presso  le edicole che verranno indicate”.

💴 Lazio capofila per domande CIG lavorate
Il Lazio è la regione di testa per autorizzazione delle domande di cassa integrazione in deroga lavorate e inviate all’Inps per la liquidazione. Sono già state inviate all’Inps le oltre 30 mila domande coperte dal primo decreto di riparto delle risorse assegnate dai ministeri del Lavoro e dell’Economia (144,4 milioni di euro)ed entro venerdì prossimo saranno autorizzate anche tutte le pratiche relative al secondo riparto. La conferma della bontà del lavoro della Regione Lazio è riconosciuta anche dalle rilevazioni dell’Inps, che nel report aggiornato al 23 aprile, stima un totale di domande decretate per il Lazio pari a 30.840 su un totale nazionale di 71.190. In altri termini, circa il 44% delle domande di cassa integrazione guadagni in deroga riguarda aziende e lavoratori della nostra regione.
La situazione aggiornata delle domande, al momento, è la seguente: sono state ricevute 63.724 domande per un totale di 162 mila lavoratori. Al momento l’impegno complessivo stimato è di 298,2 milioni di euro, di cui 144,4 già assegnati col primo decreto di riparto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *