Approvato Piano Rifiuti: la Regione cambia passo!

Approvato Piano Rifiuti: la Regione cambia passo!

Oggi è una giornata storica per il Lazio: con l’approvazione di un Piano rifiuti, ambizioso e innovativo, da parte dell’Aula del Consiglio regionale, la Regione cambia finalmente passo e può avviarsi a risolvere una emergenza che si protrae da tanti anni.

Abbiamo approvato un Piano Rifiuti di straordinaria importanza perché tende innanzitutto a superare il criterio di economia lineare per abbracciare quello della economia circolare, così come i principi emanati dalla Comunità Europea impongono. È un Piano che si basa fondamentalmente su due elementi cardine: l’autosufficienza della nostra regione e la prossimità nel conferimento dei rifiuti.

Sono estremamente soddisfatto anche perché, nel corso della discussione in Aula, sono stati approvati alcuni nostri emendamenti che ritengo migliorativi del testo. A cominciare dalla istituzione della cabina di regia per il monitoraggio del Piano, tassello ineludibile per la gestione del regime transitorio, e dei distretti logistico ambientali, indispensabili per garantire l’effettivo passaggio dall’economia lineare a quella circolare, con la chiusura del ciclo dei rifiuti. Legato a questo stesso tema, la volontà di considerare le aree dei consorzi industriali quale fattore preferenziale per la localizzazione degli impianti, in modo tale che queste stesse aziende riutilizzino il rifiuto valorizzato.

Istituita cabina regia monitoraggio Piano Rifiuti

Istituita cabina regia monitoraggio Piano Rifiuti

Oggi l’Aula della Pisana ha approvato un mio emendamento al Piano regionale rifiuti regionale che istituisce una cabina di regia per il monitoraggio dello stesso: un tassello prioritario e imprescindibile per la gestione del regime transitorio dei rifiuti nella nostra regione.

Il Piano disegna una prospettiva di lungo termine legata al raggiungimento di specifici obiettivi, alcuni dei quali molto ambiziosi. Il mancato raggiungimento anche di uno solo di questi obiettivi rischia di far saltare il quadro generale così come delineato e, di conseguenza, rischia di generare nuove situazioni di emergenza nella gestione dei rifiuti, specialmente per il territorio di Roma.

Per questo, dal momento immediatamente successivo all’entrata in vigore del Piano rifiuti, la priorità è la gestione del transitorio che, grazie all’emendamento approvato oggi, viene affidato ad un’apposita cabina di regia in grado, partendo dalla fotografia data da una mappa dinamica e in tempo reale dei flussi dei rifiuti, di adottare misure e provvedimenti. È un elemento dunque che migliora il Piano rifiuti in approvazione alla Pisana ed evita gravi ripercussioni in caso di mancato rispetto degli obiettivi indicati nello stesso.

Verso economia circolare grazie a distretti logistico ambientali

Verso economia circolare grazie a distretti logistico ambientali

Oggi l’Aula della Pisana ha approvato un mio emendamento al Piano Rifiuti che istituisce i distretti logistico ambientali. È una grande soddisfazione dopo anni di impegno sul tema.

Non possiamo parlare di economia circolare e di chiusura del ciclo dei rifiuti, di politiche di prevenzione, razionalizzazione e recupero senza parlare dei distretti logistico ambientali. La circolarità dell’economia passa dalla capacità che dobbiamo avere di mettere in piedi un’attività di incentivazione alla riduzione della produzione dei rifiuti e al recupero degli stessi in un’ottica di sistema che permetta di realizzare innovazioni di prodotto o di processo produttivo al fine di assicurare che ciò che viene immesso sul mercato possa essere sempre riusato, riutilizzato o riciclato. 

I distretti individuano delle aree territoriali contraddistinte dalla presenza di sistemi produttivi locali a vocazione industriale, agricola e commerciale, la cui produzione di rifiuti, per le caratteristiche merceologiche e quantitative rilevate, richieda una progettazione e pianificazione articolata. E’ un tema dunque  che non poteva non trovare spazio all’interno del nuovo Piano regionale rifiuti, ambizioso e innovativo, che approveremo a breve in Consiglio. 

LE NEWS DELLA SETTIMANA

LE NEWS DELLA SETTIMANA

🗞 LE NEWS DELLA SETTIMANA

– a cura di Eugenio Patanè e staff –

🦠 COVID-19: I NUMERI DELLA PANDEMIA

🇮🇹 La situazione in Italia
(Fonte: Ministero della Salute)

Attualmente Positivi
12.422 (+ 121 rispetto al 24/7)
Totale casi
247.537 (+379 rispetto a ieri)

📉 La situazione nel Lazio
(Fonte: Regione Lazio)

Attualmente Positivi
945 (+29 rispetto al 24/7)
Totale casi
8647 (+18 rispetto a ieri)

📰 NEWS DAL GOVERNO

🆘 Prorogato stato di emergenza fino al 15 ottobre
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute, Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020. Il testo proroga, dal 31 luglio al 15 ottobre 2020, le disposizioni di cui ai decreti legge nn. 19 e 33 del 2020 che consentono  di adottare specifiche misure di contenimento dell’epidemia.
Clicca qui per approfondire: http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-59/15002

📰 LE NOTIZIE DALLA REGIONE

🚧 *Il nuovo volto del Lazio: infrastrutture cantieri e opere
Sono state presentate, nel corso di una conferenza stampa, dal presidente Zingaretti, dalla Ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli e dall’assessore alla mobilità, Mauro Alessandri le opere infrastrutturali strategiche previste per il Lazio dal Decreto semplificazione. Si tratta di 9 opere: 6 interventi stradali, 2 sul ferro e una idrica. Tra queste:
– completamento della Civitavecchia-Orte
– realizzazione della Roma-Latina
– potenziamento a 4 corsie della via Salaria
– chiusura dell’anello ferroviario di Roma
– nuova condotta per l’Acquedotto del Peschiera.
Clicca qui per approfondire: http://www.regione.lazio.it/rl_main/?vw=newsDettaglio&id=5699

💰 Consiglio straordinario su investimenti, fondi UE e misure anti Covid-19
Il Consiglio regionale del Lazio si è riunito lunedì 27 luglio per una seduta straordinaria su “Investimenti strutturali, piano rimodulazione fondi europei e misure emergenza Covid-19 per contenimento del contagio”. La seduta sì è aperta con la relazione del Presidente Zingaretti. Queste le sue prime parole: “Siamo di fronte all’apertura di una fase che potrebbe definirsi quasi costituente del Lazio, che dobbiamo costruire con un confronto aperto, concreto e leale sulle azioni che dovremo intraprendere nei prossimi mesi”.
Clicca qui per approfondire: http://www.consiglio.regione.lazio.it/consiglio-regionale/?vw=newsDettaglio&id=2811#.XyKXICWpUlQ

♻️ Iniziata in Aula la discussione sul Piano Rifiuti
Martedì 28 luglio è partita in Aula la discussione sul Piano di gestione dei rifiuti con la relazione dell’assessore Valeriani. “E’ fondamentale il passaggio da economia lineare a economia circolare che si ritrova nella normativa europea – ha esordito – Facciamo subito chiarezza sui rispettivi compiti: le Regioni hanno le funzioni di pianificazione, i Comuni detengono tutte le competenze operative in materia di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti urbani. Il nuovo piano non è soltanto una verifica puntuale della situazione, ma indica una prospettiva di medio e lungo periodo, una strategia condivisa”.
Clicca qui per approfondire: http://www.consiglio.regione.lazio.it/consiglio-regionale/?vw=newsDettaglio&id=2812#.XyKYdiWpUlQ

☀️ Ondate di calore: app caldo e salute per bollettini e informazioni
In queste giornate di temperature elevate è a disposizione una App ‘Caldo e Salute’ gestita dal DEP (Dipartimento di epidemiologia del Lazio) dove sono riportate tutte le informazioni, i bollettini relativi alle ondate di calore e tutte le raccomandazioni utili per combattere il caldo.È inoltre operativo il Piano per tutelare dalle ondate di calore la popolazione più a rischio, rivolto agli over 65 anni e i più piccoli con l’obiettivo di garantire l’assistenza nelle giornate con le temperature più elevate.
Clicca qui per approfondire:
http://www.regione.lazio.it/rl_main/?vw=newsDettaglio&id=5711

Governo inserisca Metro C tra opere da commissariare

Governo inserisca Metro C tra opere da commissariare

Mi auguro che oltre ai tanti interventi commissariati dal Governo, e contenuti nel Dl Semplificazione, sia inserita nel Dl Rilancio 2 anche la Metro C. Solo in questo modo un’opera fondamentale  e strategica per la mobilità della Capitale e della Regione Lazio potrà essere completata in tempi certi. Insieme alla Metro C, il governo spero si occupi anche di altri interventi importanti come l’ammodernamento ferroviario delle Metro A e B e le fermate dell’Alta Velocità a Ferentino e Orte.

L’unica leva possibile per uscire da una situazione di difficoltà, oltre agli investimenti, infatti, è la semplificazione delle procedure. Il commissariamento interviene proprio su questo tema e può essere il fulcro dell’azione amministrativa per la realizzazione di un’opera, perché consente tra l’altro ai commissari di agire in deroga per far sì che gli investimenti diventino cantieri in tempi rapidi. 

La nostra regione ha tutte le carte in regola per  ripartire dopo la pandemia e i tre mesi di lockdown, anche grazie alle opere strategiche contenute nel Dl semplificazione, ma può farlo soltanto con una buona dose riformismo, di semplificazione e di garantismo, ossia di di diritti nella nostra azione normativa e amministrativa.

FASE 3: LE NOTIZIE DI VENERDÌ 24 LUGLIO

FASE 3: LE NOTIZIE DI VENERDÌ 24 LUGLIO

🔴 Ultimo bollettino, poi notiziario settimanale
Buonasera a tutti, vi informo che quello di oggi è l’ultimo bollettino che invieremo seguendo il format pensato durante il lockdown. Da venerdì prossimo inizieremo l’invio di un notiziario settimanale nel quale non mancheranno numeri e notizie sulla pandemia, ma vi terremo aggiornati anche sulle attività e sulle notizie più importanti dalle diverse Istituzioni.

🗓 LE NOTIZIE DI VENERDÌ 24 LUGLIO

– a cura di Eugenio Patanè e staff

🇮🇹 FASE 3 IN ITALIA: I NUMERI
(Fonte: Protezione Civile nazionale)

Guariti: 198.192
Positivi: 12.301
Ricoverati: 713
In terapia intensiva: 46
Deceduti: 35.097

🦠 FASE 3 NEL LAZIO: LE ULTIME

📉 I numeri nel Lazio
(Fonte: Regione Lazio)

Guariti: 6.743
Positivi: 916
Ricoverati: 184
In terapia intensiva: 9
Deceduti: 857

📊 Oggi 18 casi positivi e 1 decesso
Oggi nel Lazio si registrano 18 casi, di cui 13 di importazione, e un decesso. Il Valore RT nel Lazio è di 1,04 e la classificazione del rischio passa da moderata a bassa, ma rimangono forti timori per i casi di importazione e la movida. Bisogna mantenere alta l’attenzione. Nella Asl Roma 1 tre nuovi casi; nove nuovi casi nella Asl Roma 4 e riguardano tutte persone di nazionalità del Bangladesh. Per quanto riguarda le province sono sei i nuovi casi nelle e di questi quattro nella Asl di Latina e due nella Asl di Rieti.

👨‍⚕️ Firmato protocollo salvaguardia occupazionale strutture accreditate
E’ stato siglato questa mattina un protocollo d’intesa tra Regione Lazio e sindacati che prevede la salvaguardia occupazionale dei lavoratori delle strutture accreditate. Nel caso in cui il personale venga licenziato a causa della sospensione o perdita dei requisiti per l’accreditamento, le aziende dovranno ricollocare i lavoratori in altre strutture dello stesso gruppo. Ove non sia possibile, le nuove aziende che saranno accreditate o sono già accreditate al sistema sanitario regionale potranno attingere dal bacino del personale sanitario licenziato e assumerlo con contratto a tempo indeterminato.

✅ RSA: la Regione riapre alle visite di famigliari e congiunti
La Regione Lazio ha emanato una ordinanza per l’approvazione delle Linee di indirizzo per le modalità di accesso e visita in sicurezza dei famigliari e dei congiunti presso le RSA.
L’ordinanza prevede la riapertura delle visite alle strutture, ma con alcune particolari modalità, tra cui: prenotazione obbligatoria, ingressi limitati (massimo due persone per ospite e una durata massima di circa 30 minuti), minimo passaggio dei visitatori negli spazi comuni. Al momento della prenotazione inoltre la struttura dovrà valutare telefonicamente lo stato di salute dei visitatori mediante un questionario di screening e informarli sui corretti comportamenti da seguire per evitare la diffusione del virus.
Per saperne di più, clicca qui:
https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/07/24/news/coronavirus_ordinanza_della_regione_lazio_ok_a_visite_a_parenti_nelle_rsa_-262770799/

🧪 4 nuovi bandi per la ricerca e contrastare le conseguenze del Covid
Sono stati presentati quattro nuovi bandi per sostenere il mondo della ricerca nel Lazio e per contrastare le conseguenze del Coronavirus puntando su innovazione, trasferimento tecnologico e sostenibilità. I bandi hanno un valore totale di 30 milioni.
Nel Lazio abbiamo la più alta concentrazione di poli di ricerca e università, un grande patrimonio da rafforzare perché la ricerca non è un costo ma un investimento. La Regione è al lavoro per creare le condizioni per un grande rilancio del nostro sistema Paese: formazione, scienza, università e ricerca sono pilastri fondamentali di questa sfida.