Patanè: “Successo di ‘Save the future’. Green economy unica via sviluppo”

Patanè: “Successo di ‘Save the future’. Green economy unica via sviluppo”

Il Filo conduttore di ‘Save The future’, evento sulla sostenibilità ambientale che si è svolto venerdì 14 e sabato 15 giugno presso l’Azienda agricola biologica Castel di Guido del Comune di Roma, è stato la consapevolezza che lo sviluppo o è sostenibile o semplicemente non è. E che l’economia circolare e la green economy sono le uniche vie percorribili per assicurarlo, in modo inclusivo, partecipato e con maggiore e migliore qualità. Insomma per dirla come l’ha detta Paolo Gentiloni, dobbiamo lavorare per assicurare a tutti la cosiddetta ‘crescita felice’.

“Save The future” è stato un grande successo non solo da un punto di vista del numero di presenze, ma soprattutto sotto l’aspetto dei contenuti che chi è intervenuto ha saputo mettere al centro del dibattito.
L’evento, tra venerdì e sabato, ha visto la partecipazione di oltre 500 persone e gli interventi di importanti personalità del mondo della politica e soprattutto dell’ambientalismo italiano, tra cui Paolo Gentiloni, Roberto Gualtieri, Ermete Realacci ed Edo Ronchi. Il seminario ha seguito la trama dell’Agenda ’20-30′ parlando di biodiversità, economia circolare, sviluppo sostenibile, del rapporto difficile tra ambiente e salute soprattutto quando c’e’ l’impatto delle attività economiche. E poi, ancora, di città sostenibili, di reti energetiche, trasporti, rifiuti e politiche amministrative per tutelare la salute dei cittadini e per migliorare la qualità della vita. Ci siamo dati appuntamento al prossimo autunno iniziare a dare forma certa alle tante idee e alle buone pratiche emerse in queste due giornate di impegno e proficuo lavoro.

Zingaretti e Gentiloni presentano le proposte Green del PD

Zingaretti e Gentiloni presentano le proposte Green del PD

Per il CAMBIAMENTO CLIMATICO il tempo delle parole è FINITO.

Questo gridano le voci di centinaia di migliaia di giovani che ci ricordano che è in gioco il NOSTRO FUTURO.

Ora è il momento di passare all’azione. Per questo motivo abbiamo organizzato un grande evento come occasione per elaborare idee e proposte che potranno rappresentare il contributo GREEN all’agenda politica del Partito Democratico.

Sabato 15 giugno dalle 9,30 alle 13.00 ci sarà la sessione plenaria che verrà introdotta e coordinata da Lorenza Bonaccorsi, Eugenio Patanè, Cristiana Avenali Lia Quartapelle e vedrà gli interventi di Roberto Gualtieri, Edo Ronchi, Ermete Realacci, Paolo Gentiloni e Nicola Zingaretti.

Nella giornata di venerdì 14 giugno, dalle ore 15.30 alle 19.00, esperti del settore parteciperanno ai sette tavoli di lavoro previsti e propedeutici alla stesura del documento finale:

1. Cambiamenti climatici, conseguenze e adattamento
2. Crisi ambientale, giustizia climatica e migrazioni
3. Ambiente, salute e impatto delle attività economiche
4. Economia circolare come nuovo modello integrato di produzione, distribuzione e consumo
5. Biodiversità, tutela e valorizzazione del territorio
6. Attività e strumenti di sviluppo sostenibile
7. Città sostenibili

Vi aspettiamo, è in gioco il nostro FUTURO!

Patané: “Fosso della Cecchignola sarà Monumento naturale”

Patané: “Fosso della Cecchignola sarà Monumento naturale”

“Oggi, col parere positivo della Commissione Ambiente al Decreto del Presidente della Regione Lazio, è arrivato finalmente a conclusione l’iter per l’istituzione del Monumento naturale Fosso della Cecchignola. Un provvedimento atteso da tempo e per cui mi sono impegnato fin dal 2006. Ringrazio tutte le associazioni territoriali coinvolte, che hanno dato un importante contributo in questi anni, e i consiglieri dell’attuale e della passata legislatura che hanno lavorato per portare a termine questo importante provvedimento”.

“Il Fosso della Cecchignola come Monumento naturale rappresenterà un autentico corridoio ecologico tra Appia Antica e sistema di Roma Natura di Laurentina, a beneficio della città di Roma e della Regione Lazio: si tratta infatti di 100 ettari di terreno che saranno preservati, tutelati e promossi dal punto di vista floro-faunistico. L’istituzione del Monumento naturale è in linea con il contributo ambientalista che il Pd, con in testa il Segretario Zingaretti e il Presidente Gentiloni, vuole dare all’agenda politica del Paese e all’attività amministrativa”.

Dalla Regione 240 milioni per il Trasporto pubblico di Roma

Dalla Regione 240 milioni per il Trasporto pubblico di Roma

La Regione Lazio ha stanziato 240 milioni per il servizio di trasporto pubblico urbano di Roma Capitale che vanno a sommarsi agli 80 milioni di euro per il contratto di servizio con Atac per la gestione delle ferrovie ex concesse. Una parte di questi 240 milioni di euro – più precisamente 22 milioni e 521 mila euro – debbono per ora necessariamente essere accantonati perché la legge finanziaria dello Stato, purtroppo, ha previsto un taglio di 300 milioni di euro sul Fondo Nazionale Trasporti nel caso di mancato raggiungimento, entro il mese di luglio, di alcuni obiettivi di finanza pubblica. L’eventuale successivo impegno dell’importo rimanente, sempre in favore di Roma Capitale, sarà disposto a seguito del verificarsi delle condizioni previste dalla Legge Finanziaria dello Stato.

Abbiamo preso questa Regione quando nel 2013 non era stanziato neanche un euro per il trasporto di Roma e da allora come, come ogni anno, diamo il nostro contributo per il trasporto pubblico locale di tutti i comuni del Lazio e in particolare a Roma malgrado i tagli al Fondo Nazionale dei Trasporti. Perché dire che bisogna puntare sul trasporto pubblico non sono solo chiacchiere ma fatti concreti. E noi li facciamo.